INFORMAZIONI
PER I
GENITORI
Promozione allatta­men­to al seno Svizzera

Simposio «Frenulo linguale: parliamone»

23 settembre 2021 | 13:30 - 18:00  |  Lugano


Università della Svizzera Italiana (USI)

Campus USI Lugano Est  -  Aula A102

Via la Santa 1

6962 Viganello


punti di formazione riconosciuti:                      

  • 2.25 L Cerps IBCLC
  • 3 ASDD 
  • 5 e-log (richiesti)
  • 25 FPH Offizin
  • 3  credits pediatria svizzera


Programma            (iscrizione chiuso)


Informazioni
  • Partecipazione in loco:
    I partecipanti dovranno presentare un Certificato COVID o un’attestazione di test PCR o antigenico negativo (eseguito nelle 48 ore precedenti il simposio) e un documento di legittimazione.

  • Partecipazione online:
    Riceverai il link in anticipo per e-mail. Gli attestati di partecipazione saranno generati in base agli indirizzi e-mail registrati il 23.9.2021.


Frenulo linguale: parliamone


Si stima che l’anchiloglossia o frenulo breve interessi 3-5% dei neonati e che si presenti più spesso in quelli di sesso maschile con una prevalenza di 2:1. La valutazione della brevità del frenulo sottolinguale, è oggetto di discussioni nell’ambiente medico in quanto le opinioni sulla presa a carico medica divergono tra i diversi professionisti dell’ambito materno pediatrico.

Veronica Moretti, logopedista-deglutologa Lugano




Quando e perché intervenire sul frenulo linguale corto: viaggio nello sviluppo fisiologico e patologico delle funzioni orali
Veronica Moretti, logopedista-deglutologa, studio privato di Logopedia, Lugano

Adeguate competenze facio-oro-deglutitorie sono il risultato di uno sviluppo neurofisiologico che ha inizio già nella fase embrionale e che maturano attraverso le diverse tappe di crescita di ogni individuo. 

Un frenulo linguale corto può alterare il normale decorso, sviluppando bocche sia morfologicamente che funzionalmente non fisiologiche con principali conseguenze su: allattamento, deglutizione, masticazione e fonazione.  

L’obiettivo è quello di percorrere lo sviluppo fisiologico di tali competenze e valutarne le alterazioni in caso di presenza di frenulo linguale corto al fine di comprendere quando e perché un intervento chirurgico possa essere di rilevante importanza. 


Presentazione


Anchiloglossia: uno sguardo sull’allattamento

Claudia di Salvo, ostetrica e IBCLC libera professionista, docente per Skill2set S.r.l.s


L’allattamento al seno garantisce a madre e neonato i massimi esiti di salute a breve e a lungo termine.

Il frenulo corto può portare a numerose difficoltà nell’alimentazione dei neonati ed è una delle cause di precoce abbandono dell’allattamento al seno.

Il meccanismo fisiologico di suzione al seno risulta alterato a causa delle caratteristiche del frenulo sublinguale, con conseguenti segni e sintomi della diade madre-bambino,  riconoscibili da parte di un professionista competente.


La comprensione del meccanismo, per cui questa condizione porta ad un allattamento difficoltoso, permette ai professionisti di competenza di poter erogare un’assistenza appropriata alla donna e al neonato, supportando, sostenendo e proteggendo l’allattamento al seno.

Un approccio multidisciplinare è spesso fondamentale per ottenere esiti più soddisfacenti e permettere il raggiungimento dell’obiettivo della madre di proseguire l’allattamento serenamente. 


Anche quando la frenulotomia non può essere un’opzione, l’assistenza di un professionista esperto in allattamento come l’IBCLC può fare una grande differenza nel percorso dell’allattamento di ogni diade madre-bambino.

La presentazione dei casi clinici permette di cogliere come l’intervento di un IBCLC possa fare la differenza nel percorso dell’allattamento, grazie al riconoscimento tempestivo della problematica e alla pianificazione di un’assistenza appropriata e personalizzata.


Presentazione



Il parere degli specialisti medici : pro e contro della frenulotomia

Dott. Jacot Etienne, medico aggiunto laringoiatra Ospedale Regionale di Lugano


Il frenulo corto è un’entità conosciuta per le problematiche che può comportare sia in età neonatale con ad esempio difficoltà nell’alimentazione, che successivamente in età pediatrica con ad esempio difficoltà nell’articolazione delle parole.

 

Una terapia proponibile è la frenulotomia. La frenulotomia è una manovra chirurgica che può però comportare dei rischi oltre a benefici. Desideriamo quindi mostrare il punto di vista dei vari specialisti coinvolti (neonatologo, chirurgo e neuropediatra) al fine di esporre i “pro” e i “contro” di questa procedura apparentemente semplice.


Presentazione


Indirizzo
de fr it en
0
settimana mondiale                  >Convegni                            >2021 Zurigo2021 Lausanne2021 Lugano2011-2020Politica                                                 >Articolo di giornaleInfopostComunicato stampa